Scrivere “in maschera” nel Seicento

Si può notare che, fatta eccezione per il Cornelio Aspasio Antivigilmi mediamente Aprosio si valse quasi sempre degli stessi pseudonimi per opere di identica tipologia: polemiche, bibliografiche, erudite, di critica letteraria = Si può al limite notare -ma è argomento che si riprenderà di seguito in connessione ai necessari approfondimenti sull’elaborazione dello pseudonimo CORNELIO ASPASIO…

Il poeta di “Addio al Giardino di Boboli”

San Biagio della Cima (IM) GIUSEPPE LUIGI BIAMONTI, illustre classicista, docente, tragediografo e poeta vissuto a cavallo tra ‘700 (peraltro quasi omonimo del moderno illustre concittadino Francesco Biamonti) di San Biagio della Cima (borgo ligure al centro di un’area incredibilmente percorsa da tensioni culturali, spirituali ed intellettuali) nella PARTE FINALE della sua ODE un tempo…

Un missionario che studiò la cultura azteca

Bernardino de Sahagún (al secolo Bernardino de Rivera, Ribera o Ribeira) (Sahagún, 1499 – Città del Messico, 5 febbraio 1590) è stato un missionario spagnolo e svolse la sua opera in Messico tra il popolo azteco (Náhua). Studiò all’Universita di Salamanca ed entrò nell’ordine francescano probabilmente nel 1527. Nel 1529 si imbarcò per la Nuova…

Un frate del Seicento, maestro di cappella

Un’antica stampa che riproduce una scenografia del “Pomo d’oro” di Cesti – Foto: Wikipedia Antonio Cesti (Arezzo 1623 – Firenze 1669) cominciò ben presto la carriera di musicista, esibendosi come cantore nelle chiese cittadine. A soli 14 anni prese l’abito dei Minori conventuali francescani, assumendo il nome di frate Antonio in sostituzione dell’originario Pietro, ed…

Sanremo (IM) dal 1639 al 1641 nel Manoscritto Borea

  Sanremo (IM) – Palazzo Borea d’Olmo 1639 Podestà Francesco Pieve Alli 10 8bre il Sig.r Silvestro Grimaldo si portò in S. Remo, e visitò la casa vicina a S. Gioseppe, compra da M.a Anselma e Beghine di Sanremo l’anno 1636 [Nel contesto dei Concili Ecumenici (vedi) per quanto sia rimasto tristemente famoso per la…

Lo sport nell’antichità

Nell’antichità lo sport fu quasi sempre legato ad attività religiose o magiche in cui la componente estetica e la spettacolarità prevalevano sugli aspetti più propriamente agonistici; quasi sempre attraverso lo sport si è voluto dare un saggio della propria forza e abilità nel combattimento (quindi nella guerra) facendone un mezzo per dimostrare la superiorità delle…

Il castello di Portiloria a Ventimiglia (IM)

Dal sito della Cumpagnia d’i Ventemigliusi = “1242 Data 16 ottobre, il documento che segnalava la presenza del castello di Portiloria, in Nervia. Dove un tempo agiva il porto canale nel torrente Nervia e dove ghiaie ed arene avevano seppellito le vestigi di quella che era stata la città capitale degli Intemelii, sorgeva il fortilizio…

Gazofilacio

Sotto Leone XIII si avviò un processo di modernizzazione della grande BIBLIOTECA VATICANA che ebbe quale autentico protagonista il prefetto (poi Cardinale bibliotecario) Franz Ehrle, S.I.. Per quanto concerne gli interessi aprosiani giova qui rammentare che proprio sotto questo pontefice venne acquistata ed assimilata nella Biblioteca Vaticana la celeberrima Biblioteca Barberiniana anche detta Barberina istituita…