Gio. Bernardo Generoso, la fama del cui nome é già fatta Gigante…

IL MECENATE DELL’APROSIANA GIO. NICOLO’ CAVANA PATRIZIO GENOVESE FU FAUTORE DELLA PUBBLICAZIONE DE LI SCRITTORI DELLA LIGURIA E PARTICOLARMENTE DELLA MARITTIMA DELL’ERUDITISSIMO RAFFAELE SOPRANI ( LO STESSO CAVANA NEL 1674 EDITA POSTUME LE VITE DEI PITTORI GENOVESI CON ANTIPORTA DEL PIOLA ED IMPRIMATUR DEL GRANDE INQUISITORE DI GENOVA SISTO CERCHI VISUALIZZA QUI LA PREFAZIONE DEL…

Il sig. Giovanni Argoli, gentiluomo di trentadue anni

  Giovanni Argoli nacque il 1 luglio del 1606 a Tagliacozzo, da una famiglia che –  secondo il Moreri, il Crescenzi ed altri – sarebbe originaria di Arles in Provenza. E’ da credere che si rivelasse ben presto un precoce prodigio nel campo letterario, se a soli dodici anni aveva già scritto un lungo idillio…

Teatro in epoca barocca: censure, ma soprattutto misoginia

Uno scorcio della zona di ponente di Ventimiglia (IM), città natale di Angelico Aprosio Col Cristianesimo la “Vita del Teatro” (al pari di quella di altri spettacoli ludici, in particolare i giochi sportivi e soprattutto quelli gladiatori) venne meno… Anche quando – molto tempo dopo dalla sua affermazione e pur attraverso lo scorrere dei secoli…

Petrarca, pellegrini e viandanti nel ponente ligure

Dal XII-XIII secolo sia Ventimiglia che Porto Maurizio entrarono come basi importanti nel grande fenomeno dei percorsi dei PELLEGRINAGGI DI FEDE. Per quanto l’argomento meriti approfondimenti, v’è anzi da dire che data la posizione è attestato, per RAGIONI STORICHE, il graduale venir meno dei PELLEGRINAGGI IN TERRASANTA, che notoriamente facevano leva sul sistema portuale e…